In kayak a Nebida e Masua: le 6 mete imperdibili

Federica
Federica

La costa attorno a Nebida e Masua offre uno tra i più eccezionali itinerari in kayak di tutta la Sardegna, grazie alla presenza di meravigliose falesie a picco sul mare, grotte navigabili ed enormi faraglioni, tra cui il Pan di Zucchero, scoglio più alto di tutto il Mediterraneo. L’accesso al mare è possibile dalla spiaggia di Masua, in cui nella stagione estiva è anche possibile noleggiare i kayak, e dalla quale in poche ore potrete raggiungere tutti i 6 imperdibili luoghi da noi consigliati.

Navigherete su uno limpido specchio d’acqua trasparente ma… attenzione! Questo tratto di costa è esposto ai forti venti di maestrale tanto tipici della Sardegna, dunque è consigliato consultare attentamente il meteo prima della vostra uscita in mare.

Ed ecco a voi la lista delle 6 mete imperdibili sulla costa di Nebida e Masua!

1 – I Faraglioni di S’agusteri e Il Morto

Faraglioni S’Agusteri

Questo angolo di mare vi lascerà meravigliati per la sua policromia: i tre faraglioni calcarei si ergono da acque turchesi e spiccano per il loro colore bianco in contrapposizione con il violaceo della costa antistante. Distaccati dalla terraferma grazie all’erosione marina, si trovano adiacenti alla costa e durante la vostra navigazione avrete la possibilità di ammirarli da vicino.

2 – Laveria Lamarmora

Laveria Lamarmora

Navigando sotto costa, potrete ammirare i resti di un imponente reperto di archeologia industriale: la Laveria Lamarmora. Si tratta di un edificio minerario ottocentesco costruito sulle scogliere di Nebida, proprio a picco sul mare, e destinato alla cernita di piombo e zinco estratto dalle miniere circostanti. Nell’area sottostante è ancora possibile vedere i resti di un deposito e il porticciolo da cui salpavano le barche cariche di minerale.

3 – Pan di Zucchero

Pan di Zucchero

Alto 133 metri, più vi avvicinerete e più vi sentirete piccoli al suo cospetto. Gigante calcareo che emerge dalle acque, il Pan di Zucchero è lo scoglio più alto di tutto il Mediterraneo. Alla sua base vi sono due gallerie, lunghe rispettivamente 20 e 25 metri, che potrete attraversare a bordo del vostro kayak.

4 – Porto Flavia

Porto Flavia dal mare

Immaginatevi una porta sul mare, impreziosita da uno scorcio sul Pan Di Zucchero e posta in una singolare posizione a picco sulla falesia. Porto minerario di gran pregio, è il capolavoro ingegneristico di Cesare Vecelli e fu costruito negli anni venti per agevolare l’imbarco del minerale all’interno delle grandi navi da carico. Una volta vicini alla costa, potrete soffermarvi per osservare la sua suggestiva facciata sospesa sul mare.

5 – La grotta azzurra

La grotta azzurra

Famosa per l’incredibile colore delle sue acque che in alcune ore del giorno si illuminano grazie ad un raggio di sole che penetra al suo interno, è conosciuta anche come grotta Sardegna per la particolare forma delle sue rocce che sembrano ricalcare proprio la forma dell’isola. Divertitevi a trovare il suo ingresso nascosto tra le scogliere e una volta dentro godetevi lo spettacolo!

6 – Canalgrande

Canal Grande

Luogo di rara bellezza e di grande interesse geologico, questa cala deve il suo particolare aspetto alle rocce inclinate da cui è composta, frutto di movimenti tettonici avvenuti milioni di anni fa. Sulla cala si apre anche l’omonima grotta di Canalgrande, lunga 150 metri e interamente navigabile.

Buona navigazione!

Share this article:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

– read more –

Related stories

Miniere abbandonate del sud ovest Sardegna

Il sud ovest della Sardegna è un’area caratterizzata da un’antichissima tradizione mineraria: ha inizio con la raccolta dell’ossidiana in epoca neolitica, prosegue con l’utilizzo dei